Luoghi di interesse e spazi verdi di Salerno

GIARDINI DI SALERNO

Villa Comunale
Villa Comunale

Villa Comunale: la Villa comunale di Salerno fu progettata nel 1874 all'ingresso della città di Salerno scendendo da Vietri sul Mare. L'architetto Casalbore la progettò intorno alla famosa fontana detta di "don Tullio" (o di Esculapio) realizzata nel 1790 per dare ristoro ai viaggiatori provenienti in città dalla caldissima Costiera Amalfitana ed installata a spese di un certo Don Tullio dal quale prese il nome.

Per maggiori informazioni


Giardino della Minerva
Giardino della Minerva

Giardino della Minerva: Il Giardino della Minerva fu creato nel XIII secolo da Matteo Silvatico un importante medico della famosa Scuola Medica Salernitana, la più antica Università di Medicina del mondo, tra i maggiori titoli di vanto della Città di Salerno. Il dott. Silvatico realizzò in questo giardino il primo esempio di orto botanico: uno spazio didattico dove i medici insegnavano agli allievi a riconoscere i “semplici”, le piante utilizzate per curare le malattie. Un giardino che Silvatico arricchì di specie rare ed esotiche scoperte nel corso dei suoi innumerevoli viaggi.

Per maggiori informazioni


Giardini del Carmine
Giardini del Carmine

Giardini del Carmine: il Carmine di Salerno è un quartiere che occupa le parti alte della città sopra il Corso Cittadino ed è molto popolato. Costituisce uno degli assi viari principali della città e non poteva mancare un piccolo polmone verde costituito dai giardini di Piazza S.Francesco, l’area verde antistante lo storico liceo classico Torquato Tasso, oggi luogo di ritrovo dei giovani liceali ma anche luogo d’incontro preferito dalle comunità di cittadini dell’Est che vivono a Salerno.


Giardini S.Giovanni Bosco
Giardini S.Giovanni Bosco

Giardini S.Giovanni Bosco: Inaugurati nell’agosto 2010 i nuovi giardini di via San Giovanni Bosco che completano il totale restyling del rione. Dopo la ristrutturazione del Sagrato del luogo di culto, i nuovi Giardini danno una nuova immagine del quartiere come luogo di aggregazione e divertimento per le famiglie, i bambini, le persone anziane. I giardini sono dotati di arredo urbano, di un nuovo impianto pubblica illuminazione, fioriere


Giardini di Torrione Forte la Carnale
Giardini di Torrione Forte la Carnale

Giardini di Torrione Forte la Carnale: adiacenti il Forte La Carnale, i giardini sono stati ristrutturati e riaperti al pubblico nell'anno 2010. Sono state rifatte tutte le aiuole, piantumate nuove essenze arboree e alberature. E’ stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione artistica che diffonde luce all’interno dei giardini e all’esterno sull’area prospiciente via Scillato. Anche il muretto di recinzione è stato arricchito da una elegante ringhiera. 


Giardini di Via dei Mille
Giardini di Via dei Mille

Giardini di Via dei Mille: sorti nel quartiere Pastena di Salerno, i giardini di Via dei Mille che prendono il nome dalla Via che li costeggia, hanno consentito di recuperare completamente un’area del quartiere in forte stato di degrado. Sono stati realizzati il nuovo impianto di pubblica illuminazione, la nuova pavimentazione ed una recinzione per la chiusura notturna. Completamente risistemati anche le aiuole e l’arredo urbano con l’installazione di nuove panchine ed i sottoservizi necessari per un chiosco di ristoro.


Giardini Arbostella
Giardini Arbostella

Giardini Arbostella: ristrutturati e inaugurati nel 2011, i giardini del parco Arbostella, costituiscono il polmone verde del quartiere Arbostella distante dal centro cittadino. Sono formati da aiuole, viali alberati, aiuole spartitraffico, rotonde, marciapiedi larghi, illuminazione artistica, panchine, fontane e chioschi e fanno dell’Arbostella un quartiere residenziale armonioso che esprime bene il binomio tra architettura e ambiente, tra abitazioni e spazi circostanti coniugati in un solo elemento visivo. 


Villa Comunale Ciro Bracciante
Villa Comunale Ciro Bracciante

Villa Comunale Ciro Bracciante: costituisce il polmone verde del quartiere Mariconda, un popoloso quartiere della zona orientale della città.  La villa è intitolata ad un giovane residente della zona, appunto Ciro Bracciante, deceduto in tragiche circostanze ed è non molto distante dal Parco del Mercatello


Villa Carrara
Villa Carrara

Villa Carrara: La Villa Carrara era una antica dimora di campagna. La sua costruzione risale al 1700, ma presenta evidenti rimaneggiamenti ottocenteschi. La facciata è una sintesi stilistica di classico e neogotico. Originariamente, Villa Carrara aveva un parco che si estendeva fino al mare. Oggi la storica Villa è uno spazio culturale e sociale, luogo di incontro tra diverse generazioni, e biblioteca comunale


© Comune di Salerno