Costiera Amalfitana

AMALFI

Stemma di Amalfi
Duomo di Amalfi
Duomo di Amalfi

Dichiarata dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità, Amalfi a mio parere si differenzia dagli altri centri. Non offre soltanto un paesaggio gradevole ma porta con sè un bagaglio di storia notevole:fu Repubblica Marinara; nel XVII sec si ebbe il Codice Marittimo di Amalfi,meglio noto col nome di Tavole Amalfitane; nell'XI sec fu costruito il Duomo di Amalfi in stile arabo-siciliano e dedicato al Santo patrono Andrea; ed infine l'errore di interpretazione di un testo latino del filologo Giambattista Pio sostenne che la bussola fosse stata inventata dall'amalfitano Flavio Gioia (Nel testo in questione (Amalphi in Campania veteri magnetis usus inventus a Flavio traditur), tuttavia, non bisogna intendere Flavio come l'inventore della bussola, ma solo come colui che ha riportato la notizia).

Panorama di Amalfi
Panorama di Amalfi

Incuneata tra i Monti Lattari, disseminati di agrumeti, ed il mare, Amalfi è la perla della costa che da lei prende il nome. Il paese è formato da case bianche abbarbicate alla roccia, in un intreccio di vicoli e scale, ed è addossato ad uno scosceso pendio scavato nel vallone del fiume Canneto. Una natura solare, intatta e selvaggia che crea un’atmosfera magica. L’ingresso di Amalfi è guardato dalla bella torre di SAN FRANCESCO, oggi detta "Saracena" e in alto, l’ostello ricavato dall’antico convento, fondato da San Francesco nel 1222. Soppresso a seguito delle leggi eversive, conserva un preziosissimo CHIOSTRO. Annesso al convento è la chiesa di SAN ANTONIO, a picco sul mare. 

Grotta dello Smeraldo
Grotta dello Smeraldo

Amalfi è una città estremamente pittoresca  caratterizzata da incantevoli vedute panoramiche; incredibili scogliere cascanti a picco sul mare; un clima mite; deliziose spiaggette; case sbiancate raggruppate insieme, abbarbicate alle rocciose scarpate; una grotta meravigliosa (grotta dello Smeraldo) ricca di stalattiti e stalagmiti.Il porto turistico è attrezzatissimo anche per raggiungere le splendide spiaggette come quella di Santa Croce. Lo storico porto, oltre che essere punto obbligato per tutti i dipartisti e per fare escursioni lungo tutta la costa, fino a Capri e Sorrento, rivive ancora oggi i fasti del passato repubblicano, essendo teatro della Regata Storica delle Repubbliche Marinare, che si svolge, in costumi medioevali, ogni 4 anni a giugno.

Museo della Carta
Museo della Carta

Da non perdere anche una tappa al Museo della Carta, ancora oggi prodotta e raffinata con tecniche settecentesche. D’estate Amalfi è la capitale della mondanità e del divertimento con innumerevoli manifestazioni, come la Sagra del limone, in omaggio al prodotto tipico della Costiera ed allo squisito liquore da esso derivato, ed i laboratori d’arte creativa.

Immagini, fotografie e scorci di Amalfi....

© dei rispettivi autori